L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

La Bruna! Un pezzo di Storia sull’emigrazione italiana…

Era un pochino la mamma di tutti gli emigrati italiani a Basilea e dintorni. Sempre attenta ai torti che molti dei nostri familiari e dei loro figli in ambito scolastico e sociopolitico subivano. Da un lato ingiustamente castigati dalla lingua svizzero-tedesca che storpiamente imparavano e parlavano con la cadenza, sonorità, accento e colorito della regione di provenienza. Dall’altro lato con la spada di Damocle sulla propria esistenza a Basilea nella stagione dopo l’iniziativa Schwarzenbach, del non riconoscimento dei titoli di studi italiani in Svizzera e soprattutto della mancanza di essi in molti emigrati, partiti in cerca di un futuro più acculturato con un riconoscimento degno ed economicamente più stabile per la propria prole e per sé stessi.

Maria Bruna Gri in Miggiano passa da una fase con Pasolini, ai laboratori di ricerca di fisica, alla fondazione dell‘ECAP e al salvamento della FOPRAS di Basilea.

Originaria di Valvasone – in furlano „Voleson“, in provincia di Pordenone (Friuli Venezia Giulia), dove è nata il 2 ottobre del 1933, penultima di una famiglia con ben 8 figli, Bruna ha  potuto studiare in paese fino alla 3° media nella scuola dove insegnava anche Pasolini. Ha frequentato i suoi corsi di “scuola attiva”. Stando alla testimoninaza con il senno di poi della Bruna, si era resa conto solo dopo anni, di chi aveva avuto di fronte, del valore delle iniziative che Pasolini proponeva e di come in qualche modo fosse stata „contaminata“, attivandosi in seguito per gli altri.

A soli 13 anni si è innamorata follemente del suo futuro marito, Vincenzo Miggiano. Il paese Valvasone già all’epoca le stava stretto. Voleva vedere e vivere in un’altra realtà. In una città. Decide di andare a vivere a Treviso da una sorella. A Treviso ha studiato ragioneria. Alla fine del 4° anno parte per andare a studiare come crocerossina a Roma. In realtà è per raggiungere Vincenzo Miggiano, che lì frequentava l’università. Rimasta incinta e per i tempi che correvano, si sposa e corona il suo sogno d’amore.

 A Roma conosce, tramite un amico del marito, il cosidetto “gruppo dell’elettrosincrotrone”. Un gruppo che poi avrebbe aperto il laboratorio di Frascati e di cui faceva parte anche Enrico Fermi. Inizia a lavorare per loro curando gli aspetti amministrativi.

 Una volta laureatosi, Vincenzo Miggiano fu chiamato a fare ricerca in vari laboratori di fisica: prima a Torino, poi in America, infine in Svizzera. A Basilea.

La Bruna e i suoi figli l’hanno sempre seguito. Arrivata a Basilea nel 1971, assieme ad altre donne italiane emigrate ha fondato l‘ ECAP.

Vi ha lavorato fino al 1995, quando ha preferito occuparsi dei nipoti che stavano nascendo.

Nel 2001 ha ripreso ad occuparsi di amministrazione, risollevando da una crisi economica la FOPRAS, un‘altra fondazione che si occupa di formazione per gli immigrati e della scuola paritaria SEIS- scuola per i figli degli emigrati italiani a Basilea.

 Si è trovata bene a Basilea, in Svizzera, ma ha sempre affermato con orgoglio, che l’Italia non si rende conto del potenziale che ha in tutto il mondo, rappresentato dai suoi emigranti, i quali spesso e volentieri dimentica…

Bruna Miggiano-Gri, chiamata affettuosamente la Bruna è stata una donna capace soprattutto a Basilea di istituire politicamente dei modelli socio-educativi che a distanza di 50 anni sono stati ripresi e integrati ufficialmente dalle istituzioni svizzere.

Da italiana si è costantemente battuta per promuovere la lingua e la cultura italiana anche nei cantoni svizzero-tedeschi. Lingua considerata in passato e ancor oggi solo lingua degli emigrati italiani, dimenticando che la Costituzione Elvetica la riconosce come lingua nazionale e non straniera.

Lo scorso 18 maggio la sua dipartita. A noi italiani di Basilea e sparsi per la Svizzera, ha lasciato una grande eredità sociopolitica e culturale.

Chi volesse renderle omaggio, puô recarsi al cimitero Hörnli di Basilea. Anche solamente per dirle con un sorriso:

Grazie Bruna!

Di Graziella Putrino

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com