L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

I debiti della successione

Ci scrive la Signora Eugenia di Winterthur

Gentile Avvocato,

Recentemente il mio caro marito è purtroppo venuto a mancare. Entrambi di origine italiana abbiamo acquisito la nazionalità svizzera. Dalla nostra unione sono nati tre figli, due dei quali vivono e risiedono in Italia. Il mio defunto marita possedeva un’azienda che ha amministrato fino alla fine. L’azienda ha un importante debito fiscale.  Come verrà suddivisa la successione, tenuto conto che nessuno dei figli intende farsi carico dei debiti aziendali?

 Cara Signora Eugenia, prima di rispondere al suo preciso quesito è utile fare chiarezza.

Avendo acquisito la nazionalità svizzera, la successione di suo marito sarà sottoposta al diritto svizzero. Se infatti uno straniero ha acquisito  la nazionalità svizzera, egli non ha più la possibilità di sottomettere la propria successione ad un diritto straniero (art. 90 Legge federale sul diritto internazionale privato).

Cosa invece che può fare, tramite testamento o patto successorio, purché al momento della morte non abbia acquisito un’altra nazionalità. Un italiano residente nel nostro paese può pertanto tramite un semplice testamento olografo disporre che alla sua morte sarà il diritto italiano a reggere la successione e la relativa divisione ereditaria.

In concorso con dei discendenti comuni (i suoi tre figli) lei (coniuge superstite) riceverà la metà della successione (art. 462 cpv. 1 cifra 1 del CCS (Codice civile Svizzero) mentre l’altra metà spetterà ai suoi figli in parti uguali.

Gli eredi, ai sensi dell’art. 560 CCS acquisiscono l’universalità della successione. Per universalità della successione si intende, salvo rare eccezioni, tutto quanto il defunto possedeva (crediti, titoli, azioni, beni mobili e immobili) come pure tutto quanto il defunto doveva a terzi (debiti). Nella massa successoria entrerà, pertanto, anche l’azienda che suo marito possedeva e amministrava come pure i debiti della medesima.

Non è pertanto possibile sottrarsi a questo principio dell’universalità della successione e, come parrebbe vogliono fare i suoi figli, dividere solo gli attivi successori. Ovviamente i debiti verranno assunti in proporzione al diritto successorio di ciascuno degli eredi. Semplificando quindi il 50% a suo carico ed il restante 50% a carico dei figli in parti uguali.

Può capitare, sempre che tutti gli eredi siano d’accordo, che alcuni beni di una successione, di difficile divisione, vengano attribuiti ad un erede piuttosto che ad un altro.  Generalmente questa ripartizione viene fatta dal defunto nell’ambito di un testamento tramite delle regole di ripartizione. 

In mancanza di tali regole,  ma se vi è accordo, l’azienda può essere attribuita ad uno solo degli eredi. Quello che magari per formazione o attitudini personali è più in grado degli altri di occuparsi di questi affari.

IL tutto ovviamente con l’intenzione di salvaguardare quanto il padre ha saputo creare durante la sua vita che, nell’ambito di una mera divisione secondo le quote dettate dal Codice Civile avrebbe come conseguenza lo smantellamento dell’attività Cosi facendo è probabile che la quota che spetta all’erede che si farà carico dell’azienda sia maggiore delle quote risultanti da una rigida divisione ex legge.

Se cosi fosse, chi riceve di più dovrà restituire in denaro agli altri eredi  questa differenza di modo da eguagliare tutte le parti rispettando la divisione imposta dal Codice Civile.

Dai debiti della massa successoria a titolo di imposte dovute dal defunto bisogna distinguere eventuali imposte di successione o donazione che i Cantoni possono reclamare agli eredi. La confederazione, dal canto suo, non preleva né imposte di successione e ne imposte di donazione.

Per quanto riguarda invece i Cantoni, tutti e pertanto anche il Canton Zurigo, esenta da imposizione il coniuge superstite e gli eredi diretti (figli), preferendo tassare eredi “più lontani” (genitori o fratelli e sorelle del defunto) nel caso, ovviamente, che i medesimi ricevano parte dei beni successori.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com