L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Bla,bla,bla

Ammettiamolo: siamo tutti un po’ … troppo fermi sulle nostre posizioni e un po'... troppo critici spettatori di una fase storica di profondi cambiamenti, immersi in “un’acqua non più cheta” che favorisce le critiche, che porta ad alimentare solo le negatività, che impedisce di essere lungimiranti nel cercare le soluzioni per rendere migliore il contesto di vita che ci circonda, non interessati al benessere del nostro prossimo così come fosse il nostro!

Siamo tutti presi a voler difendere, ma senza troppi sforzi, quei ruoli che abbiamo conquistati, occupati, a pensare unicamente a noi stessi dimenticandoci di quelli che sono i reali problemi, a rivendicare diritti che hanno tutti i crismi dell'essere obsoleti viste le difficoltà del momento.

Eppure ci sarebbero le potenzialità per aprirsi a “nuova vita” attivando finalmente quei processi di vera maturazione che potrebbero cambiare significativamente il nostro mondo, ma....ci sono troppi ma!

Un grande ma sono i politici. Li sentite anche voi blaterare nei vari salotti televisivi, a volte sbraitare nelle piazze, promettendo cose dell'altro mondo? Non parlano più ne della guerra in corso, che, oltre a mietere vittime, sta impoverendo il mondo intero, ne dei cambiamenti climatici che stanno devastando il mondo.

È di qualche giorno fa la notizie dell'alluvione nelle Marche che ha provocato morti e distruzione. Un gruppo di esperti ha studiato l’andamento della temperatura negli ultimi 45 milioni di anni e ci avverte che siamo vicini ad un punto di non ritorno per lo scioglimento dei ghiacciai.

Il livello dei mari potrebbe innalzarsi fino a 50 metri. E loro, i parlamentari, tutti occupati in una brutta campagna elettorale, gli uni contro gli altri,  senza dirci quali siano i temi e i programmi che vogliono portare avanti per far fronte ad un autunno e ad un futuro che si prospettano molto difficili.

Loro, gli esponenti di partiti e coalizioni fanno a gara per conquistarsi il centro della scena per assicurarsi la poltrona in parlamento e continuare a blaterare fino alle prossime elezioni.

Di Maria Bernasconi

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com