L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

AVS e democrazia – considerazioni a ruota libera

 

Prima della votazione ancora alcune considerazioni in merito all’AVS.

I sondaggi che si succedono, giorno dopo giorno, dopo i primi esiti positivi in favore della riforma, mettono in evidenza un leggero aumento dei con-trari. Si prospetta pertanto un’ennesima votazione “tirata”?

Tra i tanti commenti e statistiche che circolano sul web, ve ne sono alcuni particolarmente interessanti per non dire curiosi.

Chi vota?

Come sappiamo il progetto prevede l’aumento dell’età pensionabile delle donne dai 64 anni ai 65 anni come per gli uomini. Orbene, sembrerebbe che la maggior parte delle donne (il 51%)  con diritto di voto in Svizzera, si opporrebbe all’innalzamento dell’età di pensionamento. Un importante sostegno invece (il 70%) arriverebbe dagli uomini. Strana la democrazia!! La maggioranza di chi non è personalmente toccato dalla modifica, terrebbe in scacco la maggioranza, seppur relativa, di chi dal progetto è toccato sulla propria pelle e non lo vorrebbe. Pregi e difetti della democrazia o eterna rivalità tra uomo e donna?

Ardua la risposta.

Da dove proviene chi vota?

Sembrerebbe inoltre che l'opposizione alla riforma avanza a grandi passi nelle “regioni latine" del paese (in quella italofona e soprattutto in quella francofona),. Ancora una volta una peculiarità delle votazioni in Svizzera, ossia il famoso “Röstigraben”.

Il Röstigraben è un termine usato per riferirsi al confine culturale tra la Svizzera tedesca e quella francofona, quest'ultima conosciuta in francese come Suisse-Romande. A Ginevra ad esempio si utilizza anche abitualmente la definizione “outre Sarine” (oltre Sarine) per localizzare i territori dove la lingua parlata è quella tedesca. La Sarine è un fiume svizzero lungo 128 chilometri che attraversa longitudinalmente il Canton Friburgo ed è uno dei principali affluenti del fiume Aar che bagna Berna.

Per ritornare alla votazione, il famoso Röstigraben dividerebbe i si dai no per poi alimentare, spesso e volentieri, le discussioni  da bar.  In Svizzera sono i tedescofoni che decidono, oppure a dipendenza dell’esito, i latini che la fanno da padroni  Noi invece in Ticino, siamo separati dalla Svizzera tedesca da un altro Graben, il “Polentagraben”. Molto meglio da quanto mi è stato detto da un ginevrino quando agli inizi degli anni '80 studiavo all’università e meglio: voi ticinesi siete “une entité negligeable” (un’entità trascurabile).

Destra o sinistra?

Apparentemente vi sarebbe pure una polarizzazione tra la sinistra e la destra che si è accentuata durante la campagna in vista della votazione.  I contrari  sarebbero prevalentemente di sinistra mentre i favorevoli di destra.

Altro dato tipico e interessante, che emerge dai sondaggi e dalle statistiche, è quello secondo il quale gli elettori non affiliati a nessun partito sarebbero contrari al progetto. Anche su questo particolare aspetto della democrazia elvetica si potrebbe scrivere un libro. Come mai io, essere in principio pensante e quindi, almeno in teoria, pure capace di formarmi un’idea da solo, devo per forza farmi condizionare e votare come lo ha deciso il mio partito? Beh, lasciamo perdere…

La maggioranza della minoranza decide

Concludo con un ultimo spunto di riflessione per voi cari lettori. Spunto questo  approfondito sui banchi dell’università nel lontano 1981. In molte votazioni, in Svizzera, non è mai stata raggiunta la partecipazione del-la maggioranza (50% + 1) degli aventi diritto di voto. Ammettiamo pertanto che in una votazione partecipi il 48% degli aventi diritto di voto e che il tema in votazione raggiunga il 70% di favorevoli (tra il 48 % che vi ha partecipato). Paradosso della situazione: la maggioranza della minoranza decide. Sarà ancora una volta così?

Il 25 settembre lo sapremo!

Malgrado i paradossi, siamo ancora uniti dal lontano 1291 (1803 per il Ticino) ed accettiamo tutti, dopo una birra al bar, le regole del gioco.

Buona settimana e buon voto (per chi non avesse ancora votato) svizzero e italiano!

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com