L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

La rendita ponte

Sorvoliamo oggi il concetto della rendita ponte prevista per i disoccupati ultra sessantenni. Il tutto si inserisce nel più ampio discorso, perseguito nelle ultime settimane, con articoli riguardanti le prestazioni complementari e pensionistiche dell’AVS.

È risaputo oramai da tempo che chi si ritrova disoccupato dopo aver compiuto 60 anni molto difficilmente riesce a trovare un nuovo lavoro. Non entro nel merito del perché di questa situazione visto che lo spazio a me concesso non risulterebbe sufficiente neppure per una giusta e doverosa premessa nei confronti di questo “schiaffo” nei confronti di chi al paese ha dato tanto.

Alcuni anni or sono dei parlamentare hanno affrontato questa problematica. L’iter parlamentare si è concluso nel 2021 tramite l’adozione di un’ordinanza da parte del Consiglio federale (Ordinanza
sulle prestazioni transitorie per i disoccupati anziani (OPTD)

Qui di seguito come la problematica è stata risolta.

Va subito evidenziato che le prestazioni transitorie sono tese a garantire la copertura del fabbisogno vitale delle persone che hanno perso il lavoro poco prima di raggiungere l’età di pensionamento, fino a  momento in cui possono riscuotere la rendita di vecchiaia. Si tratta quindi di prestazioni in funzione del bisogno calcolate analogamente alle prestazioni complementari dell’assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti (AVS). I disoccupati che hanno esaurito il diritto alle indennità contro la disoccupazione dopo aver compiuto i 60 anni e che non riescono più a conseguire un reddito sufficiente possono richiedere la prestazione transitoria fino al pensionamento.

Per poter beneficiare di questa prestazione transitoria occorre realizzare le seguenti condizioni

  1. Avere esaurito il diritto all’indennità di disoccupazione nel mese in cui si compiono i 60 anni o successivamente
  2. Essere stati assicurati all’AVS svizzera per almeno 20 anni, di cui almeno cinque dopo aver compiuto p 50 anni di età
  3. Avere conseguito un reddito da attività lavorativa di almeno fr. 21'510.00 annui
  4. Disporre di una sostanza non superiore ai fr. 50'000.00 (persone sole) o fr. 100'000.00 ( coppie sposate). In questo contesto non si tiene conto delle abitazioni ad uso proprio
  5. Essere domiciliato o dimorante in Svizzera o in uno Stato dell’UE o dell’AELS
  6. Avere delle spose riconosciute superiore ai redditi computabili

Le prestazioni transitorie constano della prestazione transitoria annua (versata mensilmente) e del rimborso delle spese di malattia e d’invalidità.

Le prestazioni sono fissate in funzione dei bisogni del richiedente e versate fino ad un importo massimo annuo di fr. 44'123.00 per le persone sole e di fr. 66'184.00 per le coppie sposate.

Non entro nei dettagli  delle spese che vengono riconosciute (importo destinato alla copertura del fabbisogno generale vitale, delle spese per ‘alloggio e delle altre spese riconosciute invitando chi fosse interessato a consultare il seguente link https://www.ahv-iv.ch/p/5.03.i

Il diritto alle prestazioni transitorie può essere esercitato trasmettendo una richiesta alle differenti casse di compensazione cantonali. Fanno eccezione i seguenti Cantoni:  Basilea Città (Amt für Sozialbeiträge Basel Stadt,  Grenzacherstrasse 62, 4005 Basilea) Zurigo (Amt für Zusatzleistungen zur AHV/IV der Stadt Zürich, Amtshaus Werdplatz, Strassburgerstrasse 9, 8036 Zurigo o Zusatzleistungen zur AHV/IV der Stadt Winterthur, Pionierstrasse 5, 8403 Winterthur).

Tutto quanto precede non garantisce una vita da nababbi in attesa della meritata pensione ma offre per lo meno un aiuto a tutte quelle persone che a causa dell’età vengono rapidamente dimenticate dai differenti datori di lavoro e non riescono più a ritrovare un posto di lavoro.

.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com