L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Locarno FILM FESTIVAL – 3-13 agosto 22 – 226 film in programma

Attraverso i suoi oltre 70 anni di storia il Locarno Film Festival ha occupato una posizione unica nel panorama dei più prestigiosi festival cinematografici.

Ad agosto, per undici giorni, la città svizzera italiana, situata nel cuore dell’Europa, diventa la capitale mondiale del cinema d’autore.

Migliaia di appassionati e professionisti dell’industria cinematografica si incontrano a Locarno, ogni estate, per condividere la loro curiosità per le nuove scoperte e una passione per il cinema in tutte le sue sfaccettature.

A Locarno trovano un programma di qualità, ricco, eclettico, sorprendente, che mette in contatto talenti emergenti e ospiti prestigiosi.

Il pubblico è l’anima del Festival, come viene rappresentato durante le serate nella famosa Piazza Grande, il cui magico scenario può accogliere 8000 spettatori ogni sera.

Fra le novità di questa 75esima edizione il progetto Postcards from the Future, "abbiamo chiesto a cineasti che ci piacciono come Bertrand Mandico, Nadav Lapid (...) e a registi svizzeri emergenti di inviarci delle cartoline dal futuro", spiega il direttore artistico Giona A. Nazzaro. Queste cartoline dal futuro, sotto forma di cortometraggi, verranno presentate nel corso del festival, tra queste anche un progetto speciale del regista svizzero Fredi Murer.

Sono 226 i film in programma, tra questi si contano 105 prime mondiali e 3 prime internazionali. La Piazza Grande accoglierà fra gli altri "Semret", il film della ticinese Caterina Mona, nata a Zurigo.

Nel Concorso internazionale, in corsa per il Pardo d'oro, ci sarà anche un film svizzero: "De noche los gatos son pardos" di Valentin Merz. Questa categoria include in totale 17 film provenienti da 11 paesi. Fra questi il direttore artistico cita "Skazka" del regista russo Aleksandr Sokurov, proposto in prima mondiale. Sette i film di registe donne nel Concorso internazionale.

In lizza per il Concorso Cineasti del presente, 15 film provenienti da tutto il mondo. Fra questi si cita "Prologos" del regista lituano Mantas Kvedaravicius, ucciso a Mariupol lo scorso 30 marzo mentre stava girando un documentario.

Il direttore operativo Raphaël Brunschwig ha annunciato che la Piazza Grande vedrà quest'anno un ritorno alla normalità. La prenotazione, introdotta durante la pandemia, non sarà infatti più necessaria.

Nei 13 cinema della città, a cui quest'anno si aggiunge il Cinema Otello di Ascona, la prenotazione sarà obbligatoria ma il posto in sala potrà essere scelto sul momento.

A cura della Redazione

Per informazioni, programma, biglietti o abbonamenti, ti invitiamo a consiltare il sito della manifestazione

http://www.locarnofestival.ch

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com