Giustizialisti i pochi votanti – Il voto all’estero per i referendum sulla giustizia

Con il referendum sulla giustizia dello scorso 12 giugno è stato applicato per la tredicesima volta (quattro elezioni politiche e nove consultazioni referendarie) il voto per corrispondenza agli elettori italiani iscritti all’AIRE dall’introduzione della così detta legge Tremaglia del 2001. Purtroppo, per l’ennesima volta, la stragrande maggioranza degli elettori iscritti all’AIRE hanno ancora dimostrato, non tanto, di non apprezzare il loro essere cittadini di un Paese democratico che consente anche a loro di esprimersi con un voto per decidere le vicende sociali e politiche dell’Italia, quanto di non essere affatto interessati agli accadimenti del Belpaese. Altrimenti diventa difficile da spiegare

Questo contenuto è riservato ai soli abbonati.

Potrebbero interessarti anche...

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com