L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Una pericolosa allergia

Voi a cosa siete allergici? Ad un alimento o ad un elemento? Alla politica, ai soprusi, al lavoro o all'ingoranza? Etciuu, etciuu, la sento arrivare la mia allergia! Eppure, avendo abbondantemente superato il mezzo secolo di vita, vaccinata a tutto, pensavo di esserne immune. Nonostante la comparsa di un'infinità di allergie e di intolleranze, nessuno specialista si è mai occupato del problema che mi affligge. Non si tratta della solita allergia ai pollini o alle graminacee e nemmeno a questo o quell'alimento. È una sintomatologia non curabile dai farmaci: ho scoperto di essere fortemente allergica alla maleducazione. Si manifesta in fase acuta quando incontro un “portatore sano” ed ho avuto un paio di episodi gravissimi quando la maleducazione ha interagito con l'arroganza. I primi sintomi sono una forte sensazione di caldo, prurito che parte dalla nuca, passa per la fronte per poi, lentamente, scendere verso le mani, un giramento di testa e anche di “qualche cosa d'altro”, il tutto condito da una serie di starnuti. Quando il prurito arriva alle mani, avverto una strana sensazione: quella di voler prendere per il collo il “portatore sano” che mi sta davanti. Cerco di calmarmi. Non posso farlo, mi dico. Ho una famiglia che mi aspetta, il giornale da mandare avanti e poi, ne sono sicura, non ho istinti omicidi, ho avuto tante occasioni nella vita per provarmelo! Cerco allora di far capire al maleducato che sta esagerando, che sono nella fase allergica acuta, ma mi accorgo che è come voler svuotare il mare con il cucchiaino. Maleducato era e maleducato resterà. Che fare? L'unica via di salvezza è quella di allontanarmi il più possibile dall'interlocutore. Ho saputo che l'allergia può spingersi fino a livelli pericolosi. Quindi, per evitare il peggio e per non farmi venire anche l'ulcera, mi do una bella soffiata al naso e cerco di rilassarmi. Almeno fino alla prossima causa scatenante (il maleducato) che, purtroppo, prima o poi mi capiterà di incontrare.

di Maria Bernasconi

 

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com