L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Ma che ci sei andato a fare a Mosca?

Ma che senso ha andare a Mosca ad intervistare qualcuno via Skype e, per di più, a farsi trattare a pesci in faccia? Avrete sicuramente visto la puntata di Non è l'Arena andata in onda il 5 giugno in diretta da Mosca. L'intrepido Giletti (a Mosca c'è andato solo lui!) compare in mezzo ad una strada moscovita. Alle sue spalle si stagliano le cupole colorate della cattedrale di San Basilio. Con il suo solito “fascino brizzolato”, il conduttore annuncia l'evento principale della serata: l'intervista alla portavoce del ministro degli Esteri russo, Maria Zakharova (la quale, dice lui, ha rivoluzionato il modo di comunicare del Cremlino). Al tramonto il conduttore cambia postazione. È più in alto di prima e, nel blu scuro della notte, dice che a Mosca si percepisce il rispetto che hanno per l'Occidente. Finalmente, con grande stupore mio (e penso di interpretare il pensiero di molti di voi), arriva Zakharova... in collegamento da un luogo non ben precisato. E inizia lo spettacolo. La portavoce attacca con l'ennesima riproposizione del solito copione della propaganda ufficiale. Ma ciò non basta perché Zakharova, oltre a lanciarsi in una interminabile critica della democrazia occidentale, tratta Giletti come se fosse un bambino dell'asilo un po' ritardato. Il bel Massimo, più volte, le dà ragione. Mormora qualcosa sul rispettare le opinioni di tutti e congeda la grande ospite dicendo: faremo un mea culpa. Quando il surrealismo ragggiunge l'impensabile, e dopo essere stato criticato dal direttore di Libero, in studio a Roma, Giletti scompare dallo schermo. Penso: oddio, l'hanno rapito? L'hanno avvelenato? No, no, niente di tutto ciò, ha avuto un malore! Ricompare sullo schermo una quindicina di minuti dopo. Questa volta è seduto in una sala elegante, e accanto a lui, tanto per sentire le opinioni di tutti, siede il giornalista super-putiniano, Vladimir Solovyev. Con la saggezza di chi è uscito senza conseguenze da un improvviso “calo di zuccheri” spiega al pubblico che il confronto è importante. Ma quale confronto? Giletti, pensa alla salute, rimani in Italia, Skype funziona anche da lì!

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com