L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Intervista a Paolo De Simeis, Presidente Comites San Gallo

Cosa l'ha spinta a candidarsi a presidente del Comites?

Sono stato responsabile delle Pub-bliche relazioni del Comites di San Gallo nella precedente consiliatura. Nella lista “Solidarietà e Progresso” in occasione delle ultime elezioni sei consiglieri hanno lasciato l’incarico per compimento del doppio manda-to. Era quindi quasi una necessità, da-ta la penuria di candidati, ripresentarsi alle elezioni. La mia elezione a presidente è avvenuta in seguito alla costatazione che tra gli eletti ero uno dei pochi con esperienza Comites, in grado di portare avanti l’onere di una presidenza. Mi sono state di conforto nell’accettazione della presidenza la dichiarata collaborazione degli altri consiglieri e la vicinanza della Comunità italiana sangallese.

Cosa ne pensa della scarsa partecipazione al voto da parte dei connazionali? Da cosa dipende secondo lei?

I nostri connazionali non hanno partecipato alle elezioni soprattutto per la difficoltà ad esprimere il voto: iscrizione nel registro degli elettori, ricezione del plico, votazione ecc. L’attuale legge che regola l’elezione dei Comites è a mio avviso disastrosa e anticostituzionale, poiché limita enor-memente il diritto al voto, sancito dalla nostra Costituzione. Senza dubbio i Comites ed il CGIE dovranno operare in questa consiliatura per cambiare tale legge e far in modo da consentire una larga partecipazione agli iscritti all’AIRE.

Quali sono i problemi attinenti alla comunità che ritiene essere i più urgenti da affrontare?

A mio avviso le problematiche da affrontare sono le seguenti:

  • Cambio della legge elettorale Comites;
  • Snellire e migliorare i servizi consolari soprattutto l’erogazione dei nuovi passaporti e delle carte d’identità;
  • Rendere meno burocratica l’attività tra Enti scolastici e Ministero degli Affari Esteri;
  • Migliorare i rapporti stessi tra Comites e Sede Consolare;
  • Intensificare le relazioni con le Autorità locali;
  • Partecipare attivamente nelle organizzazioni locali svizzere;
  • Diffondere e difendere la lingua italiana nella società locale.

Pensa di poter collaborare fattivamente con le autorità consolari nella ricerca di soluzioni ai problemi che sollevano gli italiani nella sua circoscrizione?

Da parte del Comites di San Gallo, vi è stata e vi sarà anche in futuro, la più ampia disponibilità a ricercare e praticare soluzioni alle varie difficoltà che man mano si presentano.

D’altronde i rapporti con i vari Consoli succedutisi nella sede di Zurigo sono sempre stati schietti ma collaborativi e leali.

Negli ultimi due anni la pandemia ha rallentato significativamente tutte le attività legate ai Comites ed alle associazioni. In prospettiva, quali sono i progetti che il Comites di San Gallo vorrebbe attuare a breve per il rilancio delle attività?

Prima di tutto il Comites ha riattivato la celebrazione delle Feste Nazionali in varie località della circoscrizione; da ultimo ne è stato esempio la celebrazione della Festa della Liberazione a Frauenfeld, alla quale hanno partecipato oltre duecento persone. Prossimamente si terrà il 4 giugno la Celebrazione della Festa della Repubblica a San Gallo. I consiglieri del Comites sono impegnati nelle varie località con aiuto e sostegno alle attività delle associazioni.

Abbiamo in cantiere 4 progetti culturali che dovrebbero coinvolgere non solo le singole persone, ma anche le scuole e le associazioni. Naturalmente tali iniziative hanno un costo e di conseguenza dipendono molto da quello che il Minisero metterà a disposizione.

Chi sono

Sono nato a Martano ( Lecce) nel 1968, Sono sposato ed ho tre figli. Ho svolto in Svizzera il mio percorso scolastico e formativo. Dopo la scuola primaria e secondaria a San Gallo, ho frequentato l’Istituto Tecnico Commerciale Italiano conseguendo la maturità a Berna. È seguita la mia for-mazione come consulente di finanza presso la Fachhochschule a Basilea ed infine la qualifica di Financial Consultant NDS alla Fachhochschule per l’Economia a San Gallo. Dopo diverse esperien-ze lavorative, oggi sono proprietario e Amministratore Delegato della DCD AG. Inoltre sono nel Consiglio di direzione della fiduciaria BNC e del Consiglio di direzione dello Studio Legale Meier. Nonostante gli impegni famigliari e lavorativi, riesco a ritagliare del tempo per le mie passioni nel sociale, in politica e nello sport. Per 5 anni sono stato nel Consiglio direttivo delle ACLI di San Gallo. Sono stato Presidente del CVP di Wittenbach SG e delegato cantonale e regionale. Sono stato Presidente della Federazione degli arbitri di calcio della Svizzera Orientale. Nel 2015 fui eletto consigliere del Comites di San Gallo e il 3 dicembre 2021 sono stato rieletto nello stesso Comites. Oggi mi onoro di essere Presidente di questo importante Ente.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com