L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Il diritto privato

Terza parte

Continuiamo oggi il breve e per motivi di spazio volutamente succinto, sorvolo del diritto privato con delle considerazioni riguardanti una parte importante del Codice delle Obbligazioni che è rappresentata dal diritto societario. Le società, nelle loro differenti forme (società in nome collettivo, in accomandita, per azioni e cooperativa) possono essere viste come dei “veicoli” di cui le persone fisiche si servono per raggiungere degli obiettivi generalmente di natura commerciale. A dire la verità il diritto societario svizzero in senso lato è molto più complesso e ampio poiché esistono altre forme di associazione di persone e/o di capitali in vista del raggiungimento di uno scopo comune, non necessariamente commerciale(associazioni e fondazioni).

Con un paragone, forse a volte azzardato, vorrei sorvolare alcuni aspetti del diritto societario avendo sempre presente anche la persona fisica (voi lettori e il sottoscritto) e le sue caratteristiche.

Fatta astrazione dei motivi che fanno optare per una forma societaria piuttosto che un’altra, tutte hanno delle caratteristiche comuni. Tutte sono, infatti, rette dagli “statuti”. Cos’è uno statuto? Lo statuto è la carta d’identità della società poiché in esso troviamo “la ragione sociale” (il nome della società), “lo scopo” (cosa fa la società), “la sede” (dove è domiciliata la società), “gli organi” (da chi e in che modo è diretta la società), “la liquidazione e la fine” (come muore la società).

Volgendo uno sguardo alla vita, ognuno di noi nasce (le società sono costituite), ognuno di noi ha un nome e cognome (le società hanno una ragione sociale), ognuno di noi risiede in un determinato luogo (le società risiedono dove hanno la loro sede) e ognuno di noi compie tutta una serie di atti sino al giorno della morte (le società si impegnano con terzi tramite i loro organi fino al giorno in cui sono liquidate).

Quando una persona fisica nasce il diritto le concede il godimento dei diritti civili e quando raggiunge una determinata età (18 anni) l’esercizio dei diritti civili. Per una società queste qualità, fatte salve alcune eccezioni, intervengono dal momento in cui esse vengono iscritte nel registro di commercio. Si dice,in gergo tecnico, che l’iscrizione di una società a registro di commercio, ha “effetto costitutivo”. In pratica la società nasce in quel momento con tutte le caratteristiche che la contraddistinguono e che sono state determinate negli statuti (ragione sociale, scopo, organi, ec..).

Una volta iscritta a registro di commercio la società ha la possibilitâ di farsi rilasciare un estratto dal registro. Questo estratto, sempre nel paragone con la persona fisica, altro non è che il passaporto della società. Con il medesimo quest’ultima dimostra ad eventuali partner commerciali con i quali vuole stabilire una relazione d’affari, di esistere e di essere capace ad obbligarsi per il tramite dei propri organi (consiglio di amministrazione, direttori, mandatari commerciali, ecc..). L’estratto dal registro di commercio che menziona anche per esteso lo scopo sociale, permette a chi entra in relazione con la stessa, di sapere se quello che la società intende fare viene coperto da quello che la società può fare.

Le società quindi, nascono, vivono e muoiono come nasce, vive e muore un qualunque cristiano.

Interessante, a mio modo di vedere, è come l’ordinamento giuridico ha creato e sviluppato delle entità, a volte astratte, prendendo come spunto la vita di ognuno di noi cercando, nel limite del possibile, di permettere a queste entità, di esercitare tutti i diritti, ma anche di essere soggetto di tutti i diritti, che sono generalmente riservati alle persone fisiche.

Il diritto privato svizzero non si esaurisce con il diritto civile e quello delle obbligazioni (contratti e societâ). Del diritto privato fanno parte anche i diritti d’autore, la protezione dei marchi commerciali, il diritto dei brevetti, il diritto della concorrenza, quello assicurativo, il diritto internazionale privato e il diritto fondiario rurale. Lo spazio della mia rubrica non mi permette di affrontare in modo esaustivo ogni aspetto di questo diritto. Ció nonostante la settimana prossima, anche sulla scorta di alcuni quesiti giunti in redazione, affronteremo alcuni aspetti del diritto internazionale privato. Nel frattempo buona settimana a tutti i lettori de l’Eco.

Mauro Trentini

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com