L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Non sapeva nuotare Feliciano

Feliciano Gomez rifugiato a Viareggio

Feliciano Gomez è stato, anni or sono, un tenace esule del regime truculento e dittatoriale del generale Pinochet. In quel periodo che i musicisti degli Inti Illimani si rifugiarono in Italia, il Gomez riuscì come loro per vie traverse a attraversare l'oceano e raggiungere molto provato il “bel paese“. Aiutato da dei suoi compagni sia di centro che ovviamente di sinistra, il Gomez si sistemò in Toscana e precisamente nella ridente città di Viareggio.

Il problema non da poco per questo granitico transfuga sudamericano fu quello di potersi dignitosamente mantenere e pagare l'affitto per una trentina di metri quadrati alla periferia di quella città balneare.

Cercando assiduamente un qualsiasi lavoro, il primo aiuto fu il classico buco nell'acqua, avrebbe avuto la possibilità di fare il bagnino per una paga decente. Ma, ahimè, soffriva di un brutto handicap, non sapeva nuotare.

Non sapeva nuotare ma parlava un discreto italiano. Si giustificava che sua madre era di origini mantovane, perciò della lingua di Dante ne fece, mescolandola a tanti strafalcioni, un uso quotidiano. Perciò, avendo un passato di insegnante in Cile e in Colombia in alcune accademie di belle arti, per Gomez sarebbe stata una soluzione poter insegnare le sue materie in un accademia del posto. Ma anche questa possibilità gli venne impedita per via della burocrazia vigente nel ramo dell'insegnamento.

L'occasione per poter lavorare nel suo specifico campo a Feliciano gli venne finalmente data nel dipingere con la sua navigata manualità dei numerosi carri del famoso e sfarzoso carnevale di Viareggio.

La nostalgia del Cile e la minaccia della disoccupazione fuori dalla porta furono tali che il Gomez se ne tornò rassegnato a Santiago. Tanto che di lui non so più niente, però ricordo, sempre per il carnevale, un suo lavoro e cioè quello di un uomo politico altolocato in mutande.

Andrea Pagnacco

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com