L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Lo scambio automatico di informazioni fiscali

Seconda parte

Continuiamo oggi il breve approfondimento sullo scambio automatico di informazioni fiscali. La direttiva standard per lo scambio automatico di informazioni relative ai conti finanziari prevede innanzitutto che lo scambio dei dati tra i vari paesi avvenga in forma elettronica e non cartacea.

Per informazioni concernenti le finanze ai sensi dello SCC si intendono le informazioni relative alle attività che si svolgono all’interno del conto (saldi e operazioni svolte). Le informazioni scambiate riguardano anche il campo assicurativo (prestazioni dell’assicurazione, versamento di rendite, ec..).

Quali sono gli istituti e le operazioni che rientrano nello scambio di informazioni? Trattasi degli istituti finanziari in generale, gli istituti di deposito, gli istituti di custodia, gli istituti di investimento e le imprese di assicurazione. Per rapporto a questi “istituti” la direttiva è molto particolareggiata ed opera distinzioni e ammette eccezioni che, per ragioni di spazio, non è possibile riportare integralmente in questo articolo.

Campo d’applicazione territoriale e temporale: ai sensi della direttiva, l’introduzione dello scambio automatico di informazioni non influisce sul segreto bancario a livello nazionale, ovvero tutto resta invariato per le persone fiscalmente residenti esclusivamente in Svizzera con conti bancari depositati in Svizzera. Non è cosî, invece, per i clienti di istituti finanziari svizzeri con sede in un paese soggetto al SAI

Lo scambio automatico di informazioni viene attuato esclusivamente con gli Stati e territori con cui la Svizzera ha convenuto lo scambio automatico di informazioni (i cosiddetti Stati partner secondo l’art. 2 cpv. 1 lett. c LSAI). Gli Stati partner con cui la Svizzera ha firmato un accordo sullo scambio automatico di informazioni sono pubblicati sulla pagina Internet della SFI.

Nel 2021 l’Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) ha scambiato informazioni relative a conti finanziari con 96 Stati nel mondo. Considerato che nel mondo ci sono 193 nazioni il cerchio si restringe e al ritmo attuale entro una decina di anni, lo scambio sarà globale.

Agli 86 Stati che prima del 2021 erano tenuti allo scambio di informazioni si sono aggiunti Antigua e Barbuda, Azerbaigian, Dominica, Ghana, Libano, Macao, Pakistan, Qatar, Samoa e Vanuatu. Con 70 Stati lo scambio di dati è stato reciproco, mentre gli altri 26 hanno trasmesso informazioni al nostro Paese senza riceverne, in quanto non soddisfano ancora i requisiti internazionali di confidenzialità e sicurezza dei dati (14 Stati) oppure hanno rinunciato volontariamente a riceverne (12 Stati).

Attualmente, tra banche, trust, assicurazioni e istituti di altro tipo, sono registrati presso l’AFC circa 8500 istituti finanziari tenuti alla comunicazione che hanno raccolto e trasmesso dati all’AFC. Quest’ultima ha fornito agli Stati partner informazioni relative a circa 3,3 milioni di conti finanziari, ricevendo informazioni su circa 2,1 milioni di conti finanziari.

Le basi legali per l’attuazione dello scambio di informazioni, come visto la scorsa settimana, sono entrate in vigore il 1° gennaio 2017. Sono oggetto dello scambio di informazioni sull’identificazione del titolare, sul conto e informazioni finanziarie (tra cui nome, indirizzo, Stato di residenza, numero d’identificazione fiscale così come indicazioni sull’istituto finanziario tenuto alla comunicazione, sul saldo del conto e sui redditi da capitale).

Grazie alle informazioni scambiate, le autorità fiscali cantonali possono verificare se i contribuenti hanno dichiarato correttamente i conti finanziari detenuti all’estero. L’attuazione dello scambio automatico di informazioni è oggetto di verifica da parte del Forum globale sulla trasparenza e sullo scambio di informazioni a fini fiscali dell’OCSE.

Continueremo con i dettagli nel prossimo numero. Per ora auguro a tutti i lettori de L'ECO una buone settimana.

Mauro Trentini

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com