L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

2022…

Care lettrici e cari lettori,

E ora diamo il benvenuto al nuovo anno. Pieno di cose che non ci sono mai state“, recita una strofa di una poesia di Rainer Maria Rilke.

Come avete trascorso il Natale? E il Cenone che ha salutato, non proprio a malincuore, il 2021?

Tra un’abbuffata e l’altra e, mentre aspettavamo di salutare il 2022, abbiamo sicuramente fatto mente locale. Forse, mentalmente, anche una lista di buoni propositi. Sicuramente tra questi non può mancare quello di leggere. Leggiamo, leggiamo tanti libri durante l’anno. Buoni libri per spronarci a migliorare. Pessimi libri per esercitarci nella critica costruttiva.

Intanto: il concetto stesso di proposito di Capodanno mi pare distorto, perché i propositi stessi non funzionano. Da qualche parte ho letto che la ricerca abbia dimostrato che tra tutti quelli che fanno buoni propositi per l’anno nuovo, solo l’otto per cento vede i loro progetti arrivare a buon fine.

Il termine „proposito“ evoca qualcosa di negativo. Incoraggia a concentrarsi sui problemi e, quando lo si fa, la vita sembra più oscura, più dura e spaventosa. Psicologia al contrario…

Stabilire degli obiettivi, potrebbe essere un approccio molto più positivo. Gli obiettivi segnano il primo punto verso il successo. Mettono la propria vita in modalità “azione”.

Le piccole vittorie sono il segreto per assicurarci il successo degli obiettivi più importanti. Può significare scambiare uno spuntino pomeridiano di dolci con una manciata di noccioline, mettere da parte un euro al giorno, incontrare periodicamente una persona e leggere con lei un libro, chiedere scusa a qualcuno per la propria arroganza fuori luogo…,rendere più produttive le mattine alzandosi 20 minuti prima. Questi, alcuni spunti. Il che ci porta al prossimo punto: sfidare sé stessi.

Mettersi alla prova ogni giorno è un modo sicuro per avere successo in tutti i settori della propria vita. Se non ci sfidiamo e non proviamo cose nuove, come sapremo esattamente qual è il nostro potenziale? Scegliamo una cosa che vorremmo provare, ma abbiamo paura di sbagliare e: lanciamoci! Non bisogna farsi manipolare da chi si sente, ma non lo è, superiore e cerca di manipolarci. Non dobbiamo avere paura del fallimento, del confronto pur duro che possa essere, perché ogni volta che ci alziamo dopo una caduta, avremo imparato qualcosa di nuovo. E, a stare sulle proprie gambe… Soprattutto: saremo liberi internamente. Un obiettivo importantissimo!

Per iniziare bene questo 2022, io vorrei consigliarvi di ridere tanto. Anche e a maggior ragione su voi stessi. Sui vostri lati negativi. E a proposito dell’ironia, vi consiglio di leggere anche dei libri seri che fanno.. ridere, più che leggere… Ho appena finito di leggere ‚Io mi fido di te‘ e ho iniziato „ La bella addormentata in quel posto“ di Letizia Lettizzetto.

Non viviamo certo nel mondo delle favole. Ma se la prendiamo con la giusta ironia, anche la situazione più disastrosa può conquistare a suo modo un lieto fine. Con il sorriso…ridendo!

Buona lettura.. e:

TANTI auguri a tutti! Buon Anno!

A noi: 2022!

Graziella Putrino

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com