L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Banksy espone in stazione

Dipinti che rendono preziosi i muri

Una delle armi più efficaci di un “street artist” della statura di Banksy è la sua sorniona ironia coniugata - e su questo non ci piove - alla sua personale morale. Si aggiunga inoltre, come pepe su una torta, il suo velenoso sarcasmo che aleggia nei suoi numerosi lavori sui muri delle città di tante parti del mondo; muri che nelle loro parti dipinte si rendono veramente preziosi.

Come vi ricorderete, Banksy è quell'artista inglese di cui nessuno sa chi sia e di cui un lavoro venduto all'asta da Sotheby's fu distrutto subito dopo l'acquisto da parte di una ricca collezionista.

L'eccitante spunto di vergare un pezzo su Banksy, mi è venuto da un consistente ed esteso numero di opere del Banksy presenti e allineate in una mostra dal titolo “The World of Banksy” all'interno della stazione di Milano. Si, proprio alla stazione del capoluogo lombardo, anche perché da un maestro come lui ci si può aspettare questo e altro.

Sono 130 lavori che danno la misura delle doti e del pensiero veramente coerente di un artista ormai conosciuto dentro i luoghi chiusi delle sue esposizioni e nello stesso tempo fuori con i suoi muri o murales che dirsi voglia.

Oggi di muri o estensioni dipinte (con spesso dei risultati discutibili) di ogni genere si trovano in molte città e agglomerati umani, tanto che oltre a quelli di un maestro consacrato come Banksy vi sono torme di pittori o tali che intraprendono le vie della cosiddetta “Street art”.

Andrea Pagnacco

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com