L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Il regalo riciclato

Conoscete anche voi qualche avaro? Mi rendo conto che parlare degli avari non è un argomento prettamente natalizio, ma l'usanza dello scambio dei doni a Natale è davvero una prova durissima per loro. Questa caratteristica della personalità “viene a galla” ancor di più in questo periodo fino a portare queste persone al regalo misero o addirittura riciclato. L'ho potuto constatare personalmente. Qualche anno fa, alcuni giorni prima di Natale, venne a casa mia un'amica per lo scambio degli auguri. Con gioia e piacere, sapendo del suo arrivo, comperai per lei un bel regalo. E venne il giorno in cui l'amica si presentò a casa mia. Anche lei aveva un dono per me. Prese dalle chiacchiere non aprimmo subito i pacchetti. Io lo feci il giorno dopo e, con mia grande sorpresa, trovai nel pacchetto un piccolo biglietto di auguri. C'era scritto: “tanti auguri Claudia”. Voi capirete che la cosa non mi ha fatto molto piacere capendo immediatamente che si trattava di un regalo riciclato. E mi è venuto spontaneo chiedermi perchè si diventa avari. Mi sono documentata ed ho scoperto che l'origine dell'avarizia può dipendere da carenze affettive nel periodo infantile, per cui il bambino non si sente amato e trova rassicurazione nel controllare degli averi materiali. Il comportamento dell'avaro non è dettato da una condizione economica precaria, anzi, il più delle volte è anche benestante e potrebbe teoricamente spendere grosse somme senza difficoltà. Intendiamoci, non si tratta di chi è parsimonioso ed evita spese esagerate ma non si nega piaceri o comodità. No no, l'avaro può arrivare a costringere se stesso ed altri a una qualità di vita pessima, ad esempio vivendo al freddo per non accendere i termosifoni. Insomma, ho scoperto che non si tratta di cattiveria, ma di un vero e proprio problema psicologico. Impossibile aiutare l'avaro, perchè, se lo è, non ritiene di esserlo e non lo vive come un problema. Che fare allora? Niente. E ringraziare Dio di non essere come loro.

Maria Bernasconi

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com