L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Eitan, la vittima

Eitan, la vittima

Eitan deve tornare in Italia. No, Eitan deve rimanere in Israle. Eitan deve..., Eitan non deve... Vi ricordate tutti del piccolo Eitan, 6 anni a luglio, unico sopravvissuto della strage della funivia del Mottarone? Il piccolo, in pochi minuti, ha perso mamma, papà, fratellino e i bisnonni, arrivati pochi giorni prima per trovare la nipote e i bimbi. Come se le sofferenze che il piccolo ha già dovuto patire non bastassero e nonostante il Tribunale di Torino, con una decisione confermata dal giudice cautelare di Pavia, abbia nominato la zia Aya come tutrice, il nonno paterno, appena sciolta la prognosi del piccolo, lo rapisce e lo porta con se in Israele. Ha inizio una feroce battaglia legale tra la famiglia dei nonni materni e la zia paterna Aya, sorella del papà di Eitan che, invece, pensa che il posto del bimbo sia Pavia. “Eitan ha diritto di avere una casa nella quale i suoi genitori avrebbero voluto che crescesse, come ebreo in una scuola ebraica, e non in una scuola cattolica in Italia. Il posto naturale di Eitan è in Israele, ogni momento in cui non è qui è tempo perduto” afferma il nonno tramite il suo avvocato. Ah si? Come mai, allora, i genitori di Eitan si erano trasferiti a Pavia quando Eitan aveva solo un mese, dove già viveva e lavorava come medico nelle carceri di Vigevano la zia Aya e la sua famiglia? Non sarebbe stato molto più logico immaginare, da subito, che il bimbo dovesse rimanere in Italia anzichè organizzare il suo rapimento? Ora, finalmente, arriva la sentenza della corte israeliana a chiarire le cose: Eitan deve tornare in Italia, insieme a sua zia, dove vive da quando ha un mese. Ci sarà finalmente pace per il piccolo? Chi lo sa! Trovo questa vicenda angosciante. Ogni volta che ne sento parlare mi viene un nodo in gola pensando a quel povero bimbo, già così provato dalla vita, vittima di adulti che, a mio parere, non hanno affatto a cuore il suo benessere. Che tristezza!

Maria Bernasconi

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com