L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Mario Scarpati

Un maestro della grafica italiana

È stata una botta di fortuna, chiamiamola così, l'incontro del tutto fortuito con il mio amico Mario Scarpati che non vedevo da tanti anni, ossia da molto prima della fine del millennio.

Mario era seduto assieme a sua moglie, Elsa Fonda, in un bar all'aperto. La Signora a suo tempo è stata un'inconfondibile, preziosa voce del terzo programma della Radio RAI, non solo, ma anche un'arguta intelligente critica d'arte. Dopo i mancati baci e abbracci causa la maledetta pandemia che ancora ci circonda, non ci volle niente per rievocare tanti briosi e avvincenti momenti trascorsi assieme a Mario sia in Italia che in Serbia dove ci siamo recati per degli stimolanti incontri culturali legati a una nostra passione in comune: la grafica.

Con la sua moltitudine di lavori spesso molto complicati e ovviamente intrisi d'arte, Mario si è fatto conoscere in Europa ottenendo con la sua indiscutibile bravura una sfilza di giudizi decisamente favorevoli e, a dir poco, entusiastici.

Non ho nessuna difficoltà nell'affermare che Mario Scarpati, nato a Napoli nel 1939, è stato nel suo lungo cammino artistico estremamente e radicalmente cosciente di se e di tutto ciò che gli è stato attorno. Le provocazioni e le dissacrazioni nel suo fare arte sono il suo cosi detto “pane quotidiano”.

Da un' attenta lettura delle sue splendide acqueforti e puntesecche si può scoprire la sua messa alla berlina, o ancora alla gogna, il militarismo guerrafondaio e di conseguenza i poteri forti, spesso e volentieri destrosi.

Non è un mistero per nessuno notare a chiare lettere il suo continuo impegno sociale giusto quando nel 1980 ha affrontato, direi a muso duro, la sua collana di fotomontaggi. Fotomontaggi dove i mille aspetti di una realtà senza alcun confine viene frantumata, reinventata e mutata secondo il vivace ingegno di Mario che spremuto a dovere ha dato degli esiti incredibili creando perciò dei lavori fantastici dove si scorgono i sogni e gli incubi di tutti noi.

Andrea Pagnacco

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com