L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Kara Walker

Il pregnante talento di un'artista americana

Dopo aver sceso una lunga scala del Kunstmuseum di Basilea e, dato i miei acciacchi, senza lamentarmi più di tanto, eccomi sulla soglia delle ampie sale riservate all'importante artista americana contemporanea Kara Walker. Nata nel 1969 in quel di Stockton, California, di questi tempi vive e lavora a Atlanta, Georgia.

Questa sua esposizione, quasi tutta di carte di diversi formati, riempe senza dare tregua al fruitore le varie pareti a sua disposizione. Tale mostra ha uno stimolante titolo e cioè: “A Black hole is Everything a Star Longs to be “.

Lo confesso, anche se ci ho messo la mia buona volontà, mi è stato difficile raccapezzarmi nello scorrere e soffermarmi su tutti quei fogli spesso intrisi di brutali e, aggiungerei, velenose personali satire. Mentre sul fare artistico di Kara Walker è facile cogliere quanto il suo espressionismo sia alquanto arcigno e pungente.

Da notare che una parte consistente del suo lavoro si basa con dei pregnanti dipinti sulle gesta dell'ex-presidente degli Stati Uniti, Barack Obama.

La tecnica del collage praticata con tenacia, ha elargito a Kara, dotata del suo sviluppato talento, dei tangibili, spesso ottimi risultati.

Una costante continua di questa artista veramente priva di fronzoli è il suo genuino costante e incrollabile impegno sociale nell'ambito del razzismo, della violenza e della sessualità, coinvolgendo la storia degli Stati Uniti dalla schiavitù alla presidenza Obama.

Andrea Pagnacco

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com