L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

“Arte alla testa”

L'arte figurativa in una calle veneziana

Negli sgoccioli di quest'ultima disastrosa pandemia che di brutto ha colpito come tanti altri luoghi anche un gioiello terracqueo com'è la gronda lagunare e il centro storico veneziano, ho passato una ventina di giorni nella mia città. Fra le vetuste mura di casa mia mi sono accorto dello scombussolamento che ha subito Venezia. Il fatto più evidente era l'innaturale silenzio dovuto all'assenza di barche rumorose sui canali.

Durante il mio soggiorno sono stato invitato a partecipare a una mostra collettiva all'aperto. La manifestazione dal titolo “Arte alla Testa” si è svolta nella capiente calle della Testa sul finire del sestiere di Cannaregio ed è durata l'intero spazio di un pomeriggio in una giornata calda, ma molto bella.

Questa iniziativa è stata presa con il giusto tempismo dal critico d'arte militante Emanuele Horodniceanu il quale, dopo un anno buio per gli artisti “silenziati”, ha voluto che la calle riprendesse colore, luce e vitalità grazie ai loro lavori.

Lì presenti con le loro opere ho incontrato tanti miei colleghi ed è stato estremamente piacevole il contatto, anche se alla dovuta distanza, con molti di loro.

Nell'insieme dei lavori appesi con cura a una lunga cancellata vi si potevano notare la persistente presenza più o meno “scavata” di certi “ismi” rivisti in questi tempi e fra di loro dei riconosciuti talenti.

Andrea Pagnacco

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com