L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

…. Vamos a la playa…

Care lettrici, Cari lettori,

É scoppiata l’estate!

Alcuni si chiedono, se scegliere il mare e, restarci dentro come una nuova specie di pesciolino fino a calura finita. Altri, cercano refrigerio in montagna, magari ascoltando «Vamos a la playa», alzando poi, con sollievo, il volume alla canzone «l’estate sta finendo»…

In un caso, o nell’altro, basta pronunciare il nome Righeira per evocare hit degli anni ’80 che hanno fatto epoca. Il repertorio dei Righeira è ancora richiestissimo ovunque. Il duo musicale italiano era formato da Stefano Rota e Stefano Righi, alias Michael e Johnson Righeira. Il singolo in spagnolo vamos a la playa, raggiunse il primo posto della Hit Parade italiana, e vi rimase per sette settimane- dal 20 agosto al primo di ottobre del 1983.

Nell’autunno dello stesso anno, i Righeira proposero un altro brano in lingua spagnola- cosa piuttosto inusuale in un periodo in cui l’inglese imperava anche nelle produzioni pop italiane.

No tengo dinero, ottenne un riscontro di poco inferiore nelle classifiche rispetto al precedente, ma il duo fu indicato come una delle rivelazioni di quell’ anno.

Sotto un ritmo scanzonato, questo brano nasconde perô un significato che non tutti conoscono:

[wpmem_logged_in]
QUESTO CONTENUTO È RISERVATO AGLI ABBONATI - ABBONATI ANCHE TU A L'ECOtele7

andare al mare, alla spiaggia, ma per abbronzarsi grazie ai raggi nucleari e non quelli solari. A Rock.it, il duo, intervistati sul loro tormentone, precisarono: «Vamos a la playa» era (…) una canzone da spiaggia elettronica, con uno scenario apocalittico, ma in realtà positivo, assolutamente non anti-nucleare come soprattutto in Germania capirono, solo che era troppo complicato da spiegare che glielo lasciammo credere. «Vamos à la playa» era un piccolo filmettino di fantascienza di serie b, che parlava del futuro, dove invece che abbronzarsi col sole ci si abbronza con i bagliori delle bombe atomiche, invece che di marrone, di blu (…) Questa era un po’ l’idea, che non era assolutamente politically correct.»

Il lato B del singolo aveva anche la versione italiana, che mantiene intatto il primo verso della prima strofa. Nella seconda, ha una traduzione non letterale :«Vamos a la playa, tra statue di robot, legioni di mutanti combattono sui surf»….

Il duo Righeira non sono più insieme. Pertanto, dal primo di luglio 2020, su tutte le piattaforme streaming è uscito Vamos a la playa, 2020, Original Demo Remake! In radio passa già dalla fine di giugno. La versione demo tape originale è stata completamente risuonata con cura particolare per la timbrica strumentale e la scelta dei suoni.

Mai come in questa estate post pandemia, o a rischio secondo lockdown, il remake si rivela ideale per il ritorno sulle nostre meravigliose spiagge italiane. E allora:

vamos a la playa…!

Graziella Putrino

[/wpmem_logged_in]

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com