L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Il mito Alfa Romeo in Germania

A 2 ore e mezzo di strada da Zurigo sorge, vicino a Stoccarda, il Technik-Museum di Sinsheim dove fino all’autunno è in cartellone l’esposizione speciale Mythos Alfa Romeo.

Ora che i musei stanno riaprendo, si potrà nuovamente visitare la mostra speciale "Mythos Alfa Romeo" nel Museo della Tecnica di Sinsheim. L’esposizione, che comprende circa 40 pezzi, è stata da poco arricchita con tre novità da record! Con Alfa Romeo 4C, Giulia Quadrifoglio e Stelvio Quadrifoglio sono infatti esposte tre vetture che al Nürburgring hanno fatto segnare i tempi sul giro più veloci nella loro categoria. L'Alfa Romeo 4C esposta ha stabilito il record sul giro per vetture con meno di 250 CV nel 2013. La coupé, meno di 900 chilogrammi con monoscocca in fibra di carbonio, telaio in alluminio e carrozzeria in plastica, era alimentata da un motore a benzina turbo 1,8 che erogava 240 CV e ha girato sulla leggendaria Nordschleife, lunga quasi 21 chilometri, in 8:04 minuti.

[wpmem_logged_in]

Tre anni dopo, l'allora nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio migliorava il miglior tempo per le berline a quattro porte a 7:32 minuti. Questo risultato è stato ottenuto grazie al biturbo V6 da 2,9 litri V6 da 510 CV (375 kW), al cambio automatico a otto marce e al differenziale attivo sull'asse posteriore, nonché allo splitter anteriore attivo e allo spoiler posteriore in fibra di carbonio. Nell'autunno del 2017, l'Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio, con lo stesso motore da 510 CV, ma quattro ruote motrici ha stabilito un nuovo record sul giro per i SUV. Con 7:51 minuti, Stelvio ha impiegato solo 19 secondi in più della berlina di un anno prima. La mostra speciale "Mythos Alfa Romeo" resterà aperta fino all'autunno, su una superficie di circa 3000 metri quadrati in bella esposizione vi sono leggendarie auto da corsa, pezzi da esposizione, veicoli di produzione, modelli e display tecnologici sui 110 anni di storia del marchio. Le vetture esposte, che cambiano regolarmente, sono in prestito da collezionisti privati e dal museo Alfa Romeo "La Macchina del Tempo" di Arese. (Foto ampnet)

Graziano Guerra

 

[/wpmem_logged_in]

 

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com