L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

Care lettrici, cari lettori

Non potevamo immaginare che nell'arco di poche settimane il mondo intero sarebbe stato colpito da una tragedia immane in cui noi tutti ancora combattiamo contro un nemico terribile e del quale conosciamo poco o nulla. E a maggior ragione in un periodo così difficile, è inconcepibile assistere alle tante, inutili, discussioni della politica. I nostri politici, che dovrebbero avere come unica missione quella di guidare il popolo, tracciare una rotta, avere una visione d'insieme di quelli che sono i reali problemi da affrontare nell'interesse della collettività, sembrano avere, invece, come unico obiettivo quello di destabilizzare ancor di più il già fragile sistema globale italiano. Nonostante i gravi problemi a cui far fronte in questo frangente i “nostri” non trovano niente di meglio da fare se non discutere del nulla. La situazione risulta essere così ingarbugliata che non si sa da dove iniziare a porvi rimedio... ma “loro” discutono. Su tutto. La gente é angosciata, allo stremo e “loro” spendono energie, ospiti di vari salotti televisivi, in discussioni inutili. Ore ed ore “buttate via” a disquisire sugli errori di comunicazione del Presidente del Consiglio, a chiedersi se questi sia o meno troppo paternalista e retorico, se fosse stato opportuno o meno, in una precisa circostanza, che indossasse il maglione o la giacca, se sia o meno conveniente che si tinga i capelli... Mentre l'Italia assomiglia sempre più ad un grande castello di sabbia che rischia di sgretolarsi al primo alito di vento, le malattie del nostro paese sembrano avere la caratteristica della cronicità, dell'inguaribilità: continua l'assurdo balletto del parlare invano, dell'incocludenza. A nulla servono i ripetuti richiami all'unità ed alla collaborazione fra tutti coloro che hanno la responsabilità pubblica di fronteggiare l'epidemia, ognuno per la sua parte, del Presidente della Repubblica. Io ho l'impressione che i politici facciano, davvero, ognuno la loro parte ma che gli interessi siano ben lontani da quelli auspicati da Mattarella e dagli italiani.

Maria Bernasconi

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com