L'ECO tele7

Informarsi è un piacere!

La prova – Mazda CX-30 SX 180 AWD Revolution

Rigore e raffinatezza di un’estetica minimalista

Si posiziona tra la CX-3 e la CX-5, City-crossover e SUV più vendute della Casa, è lunga 4.395 mm, larga 1.795, alta 1.540 e con un passo di 2.655. Su Mazda CX-30 la seduta è relativamente alta, la visione è chiara e senza ostacoli. A bordo si trova tutto quanto la Casa giapponese ha da offrire per una guida più che soddisfacente. Il G-Vectoring, per esempio, e molti altri utili sistemi di assistenza che forniscono maggiore sicurezza. Ci si può focalizzare sulla strada davanti assistiti dall’head-up display, dal riconoscimento della corsia di marcia, dal tempomat con controllo di distanza, dall'assistente luci abbaglianti. Dopo l’accensione, dispositivi come il sistema di navigazione sono pronti all’uso quasi all’istante. La qualità delle immagini e del suono sono di alto lignaggio, grazie alla digitalizzazione della trasmissione dei segnali dalla telecamera e dal sistema audio. Sul display centrale possono essere riprodotti video memorizzati su una memoria USB.1. Il sistema Mazda Connect supporta Apple CarPlay e Android Auto. Le 4 ruote motrici garantiscono una marcia stabile in ogni situazione. All’ingresso di una curva il sistema i-Activ AWD mantiene la distribuzione di coppia esistente fra anteriore e posteriore, da maggiore priorità alla risposta mediante l’unità GVC di controllo della coppia motrice. Dopo l’inizio curva, il sistema aumenta gradualmente la coppia inviata alle ruote posteriori per realizzare una sterzata neutra e un moto più stabile del veicolo. L’accordo con il GVC migliora di fatto la risposta e la linearità rispetto alle

[wpmem_logged_in]
Questo contenuto è riservato agli abbonati
accelerazioni richieste dal pilota. In accelerazione aumenta la coppia fornita alle ruote posteriori dove il carico verticale aumenta. In decelerazione viene massimizzata la trazione di tutte le ruote. Questo migliora la controllabilità, e il veicolo risponde fedelmente quando si agisce sul volante. In prova la versione con il motore Skyactive-X da 180 CV, che rappresenta un grande passo avanti nella sostenibilità grazie al nuovo tipo di combustione denominata “Spark Plug Controll Compression Ingnition (SPCCI). Il funzionamento combina i vantaggi di un diesel con quelli di un motore a benzina. Il motore, in grado di erogare una coppia di 224 Nm a 3000 giri/minuto, funziona con una proporzione significativamente più elevata di aria nella miscela e con una compressione maggiore. Grazie al cosiddetto "funzionamento magro", la diminuzione del consumo di carburante è fra il 15 e il 20 per cento. Tuttavia, la miscela magra ha una capacità di accensione limitata. Per questo, gli ingegneri Mazda hanno introdotto la proprietà di accensione per compressione. Un esempio ne è la bombola di gas propano che si raffredda molto quando viene svuotata rapidamente, mentre durante il riempimento la sua temperatura aumenta, e se questo processo è accelerato molte volte si verifica l'autocombustione. Per ovviare alla poca proporzione di benzina ai fini di un'autoaccensione controllata, a differenza del diesel lo Skyactive-X ha una candela anche nella camera di combustione. Il processo si avvia con una dosata iniezione ingrassata, che fa esplodere la miscela magra altamente compressa nel cilindro. Sembra complicato, ma funziona perfettamente. Il sound arriva un po' più ruvido rispetto a un “benzina” convenzionale, ma l'erogazione di potenza è molto piacevole. Mazda CX-30 Skyactiv-X M Hybrid, 180 CV, a benzina con cambio manuale a sei rapporti, trazione integrale, in Svizzera è in listino da 39'850 franchi; vettura in test 44'578.

[/wpmem_logged_in]

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com